Fig.1: PRI 0073, Frammento di fronte di sarcofago con strigiliStrumento di bronzo o di ferro usato nell’antichità per detergere il corpo dal sudore e dall’olio, dopo il bagno o gli esercizî ginnici, costituito da un manico diritto e da una parte terminale ricurva e concava che veniva passata sulle membra. La forma dello strumento ricorda il motivo decorativo impiegato in alcune classi di sarcofagi. e riquadri figurati con scena nuziale

Descrizione

La fronte del sarcofago suddivisa in due pannelli strigilati alternati a campi figurati, è limitata superiormente da un listello liscio.
Nel campo centrale, sono collocate le tre figure dei coniugi e della personificazione della Concordia.
Si tratta dell'impostazione più comune della scena di dextrarum iunctio, con le tre figure nell'atteggiamento tipico: marito a destra, la sposa col capo velato a sinistra e la personificazione, diademata, al centro.
Tipologicamente il frammento si può inserire nella vasta produzione dei sarcofagi strigilati con campo centrale della fronte e pannelli laterali decorati da figure, gli ultimi due con scene o personaggi estrapolati dalle composizioni a fregio continuo con episodi della vita del defunto.
Dal punto di vista tematico, invece, la scena si inquadra in quel patrimonio prettamente romano del rito nuziale che, senza varianti sostanziali, viene riproposto su varie classi di monumenti dall'età repubblicana al periodo tardo cristiano (per l'evoluzione del motivo e i monumenti su cui viene rappresentato cfr. L Reekmans, La "dextrarum iunctio" dans l'iconographie romaine et paléochrétienne, in Bulletin de l'Istitut historique belge de Rome 31, 1958, pp. 23-95).
Nonostante l'incompiutezza della lavorazione, ben visibile nella scabrosità dei volti solo sbozzati e nei capelli a calotta della figura maschile prevista barbata, qualche spunto per l'inquadramento cronologico del pezzo viene fornito dalla capigliatura delle figure femminili, che mostrano una pettinatura assimilabile a quella cd. ad "elmo" (B. M. Felletti Maj, Museo Nazionale Romano. I ritratti, Roma 1953, nn. 284-285).

Cronologia

metà del III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne lungo il margine superiore. Il frammento è stato restaurato nel 2010.

PRI 0073 altezza:20 larghezza:78 spessore:12

Bibliografia

Reekmans 1958
L Reekmans, La "dextrarum iunctio" dans l'iconographie romaine et paléochrétienne, in Bulletin de l'Istitut historique belge de Rome 31, 1958, pp. 23-95

Glossario

Strigili
Strumento di bronzo o di ferro usato nell’antichità per detergere il corpo dal sudore e dall’olio, dopo il bagno o gli esercizî ginnici, costituito da un manico diritto e da una parte terminale ricurva e concava che veniva passata sulle membra. La forma dello strumento ricorda il motivo decorativo impiegato in alcune classi di sarcofagi.

C.S. / B.M.