Fig.1: PRI 0075, Frammento di fronte di sarcofago con strigiliStrumento di bronzo o di ferro usato nell’antichità per detergere il corpo dal sudore e dall’olio, dopo il bagno o gli esercizî ginnici, costituito da un manico diritto e da una parte terminale ricurva e concava che veniva passata sulle membra. La forma dello strumento ricorda il motivo decorativo impiegato in alcune classi di sarcofagi. e riquadri figurati

Descrizione

Frammento di fronte di sarcofago con campi strigilati alternati a pannelli figurati, secondo uno schema decorativo molto frequente (G. Koch, H. Sichtermann, Römische Sarkophage, Munchen 1982, p. 222 nota 77).
Il campo strigilato, con scanalature a dorsi appiattiti, non è distinto da quello figurato a sinistra, in cui resta la parte inferiore di una figura femminile riccamente panneggiata, la cui gamba sinistra, lievemente flessa al ginocchio, è chiaramente riconoscibile attraverso la stoffa che vi aderisce.
Sembra verosimile identificare la figura con una Nike, sia per l'abbigliamento, sia per l'atteggiamento, elementi che portano al confronto con il sarcofago del Museo Nazionale Romano, pure strigilato, con Vittorie nei campi laterali e edicola in quello centrale (Museo Nazionale Romano. Le sculture, I,8,1, Roma 1985, V,3).

Cronologia

non giudicabile

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati. Restaurato nel 2010.

PRI 0075 altezza:29 larghezza:39 spessore:6

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Strigili
Strumento di bronzo o di ferro usato nell’antichità per detergere il corpo dal sudore e dall’olio, dopo il bagno o gli esercizî ginnici, costituito da un manico diritto e da una parte terminale ricurva e concava che veniva passata sulle membra. La forma dello strumento ricorda il motivo decorativo impiegato in alcune classi di sarcofagi.
Nike - Vittoria
Divinità-personificazione del concetto astratto di vittoria sia in guerra, sia nelle gare. Come portatrice di vittoria si può affiancare a tutte le altre divinità, ma è strettamente collegata con Zeus ed Atena. Iconograficamente è interpretata come un personaggio femminile alato, sempre abbigliato con vesti lunghe e con un attributo variabile che rappresenta il dono che essa porta al vincitore.

C.S. / B.M.