Fig.1: PRI 0162, Frammento di fronte di sarcofago con erote

Descrizione

La parte posteriore della lastra, piatta, suggerisce che possa trattarsi di una fronte di sarcofago o di un'alzata di cui resta un breve tratto del listello superiore liscio.
Il reperto presenta, nella parte superiore, una lunga ala in cui sono nettamente distinte le penne remiganti e, nella zona inferiore, parte di un panneggio molto ricco, quasi orizzontale.
Si tratta con buona probabilità della rappresentazione di una Nike o di un erote in volo orizzontale, che poteva sostenere il clipeo o la tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione. (per questa iconografia cfr. M. Sapelli, Museo Nazionale Romano. Le sculture,I,10,2, Roma 1988, n. 223).
Il rilievo piuttosto aggettante e curato nella resa può essere inquadrato nella metà del III secolo.

Cronologia

metà del III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne il superiore. Il frammento è stato restaurato nel 2010.

PRI 0162 altezza:18 larghezza:23 spessore:7

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Tabula
Tavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione.
Nike - Vittoria
Divinità-personificazione del concetto astratto di vittoria sia in guerra, sia nelle gare. Come portatrice di vittoria si può affiancare a tutte le altre divinità, ma è strettamente collegata con Zeus ed Atena. Iconograficamente è interpretata come un personaggio femminile alato, sempre abbigliato con vesti lunghe e con un attributo variabile che rappresenta il dono che essa porta al vincitore.

C.S. / B.M.