Fig.1: PRI 0166, Frammento di alzata di coperchio di sarcofago con erote stagionale

Descrizione

Inquadrato da un listello molto aggettante, ma quasi del tutto scomparso, un giovane erote è raffigurato sdraiato a lato della tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione. inscriptionis posta al centro dell'alzata del sarcofago.
Il fanciullo, vestito della sola clamideMantello corto, affibbiato su una spalla o sul petto, che lasciava libero un braccio o entrambe le braccia, usato dagli antichi Greci e dai Romani. drappeggiata sul petto e svolazzante lungo il dorso, è rivolto verso sinistra e mentre allunga la mano destra verso un cesto di vimini, probabilmente ricolmo di frutti, stringe con la sinistra, accostata al corpo, un falcetto.
A differenza del corpo dalle forme molli e poco rilevate, il volto assume un certo rilievo e viene caratterizzato da forme piene, con forellini di trapano che indicano gli angoli degli occhi e della bocca, da una capigliatura a corti e mossi riccioli segnati da profondi fori di trapano.
Il frammento rientra per tipologia nel gruppo dei coperchi sui quali quattro geni stagionali, caratterizzati dai rispettivi attributi, stanno a due a due sdraiati in posizione speculare ai lati di una tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione. centrale (cfr. P. Kranz, Jahreszeiten Sarkophage, Berlin 1984, pp. 83ss., 261 ss., nn. 414-521).
Dal punto di vista stilistico il frammento trova un preciso confronto per l'uso caratteristico del trapano e per la forma del volto con: M. Sapelli, Museo Nazionale Romano. Le sculture, I,10,2, Roma 1988, n. 192.

Cronologia

III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati. Il frammento è stato restaurato nel 2010.

PRI 0166 altezza:19 larghezza:33 spessore:6

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Clamide
Mantello corto, affibbiato su una spalla o sul petto, che lasciava libero un braccio o entrambe le braccia, usato dagli antichi Greci e dai Romani.
Tabula
Tavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione.

C.S. / B.M.