Fig.1: PRI 0268, Frammento di alzata di coperchio di sarcofago con delfini

Descrizione

Il reperto, che presenta il retro liscio, è ascrivibile ad una alzata di coperchio di sarcofago, che reca al centro la tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione. epigrafica.
Questa, delimitata da un solco piuttosto evidente, si presenta anepigrafe. A sinistra rimane poi parte del campo figurato con un delfino natante su una superficie ad onde individuate da solchi netti e profondi. Con linee di contorno piuttosto marcate è raffigurato anche il delfino, primo di una teoria che si doveva ripetere specularmente sull'altro lato della tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione., secondo uno schema ampiamente diffuso sulle alzate dei sarcofagi dal III agli inizi del V secolo (A. RUMPF, Die Meerwesen auf den antiken Sarkophagreliefs, V.1. Berlin 1939).
L'esecuzione grossolana, il rilievo in negativo accomunano il frammento di Priscilla ad uno del Museo delle Terme, pure con tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione. anepigrafe (Museo Nazionale Romano. Le sculture, I,10,2, Roma 1988, n.41), datato al IV secolo.

Cronologia

IV secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo lungo i margini laterali. Restaurato nel 2010.

PRI 0268 altezza:13 larghezza:27 spessore:2,5

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Tabula
Tavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione.

C.S. / B.M.