Fig.1: PRI 0341, Frammento di alzata di coperchio di sarcofago con delfini

Descrizione

Si conserva un unico frammento del bordo superiore dell'alzata di un coperchio di sarcofago.
Della figurazione è conservata, al di sotto di un listello appiattito, una coppia di delfini fluttuanti sulle onde verso sinistra, che rimanda allo schema con il "thiasosIl tiaso (in greco θίασος, thíasos), era un'associazione di carattere prevalentemente religioso che nell'Antica Grecia celebrava il culto di un dio, specialmente quello di Dioniso, con processioni, canti e danze generalmente sfrenate." marino distribuito in posizione simmetrica rispetto ad un elemento centrale, più probabilmente una tabulaTavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione..
Il rilievo è piuttosto duro e caratterizzato dalla resa plastica dei corpi segnati da decise incisioni.
Lo schema decorativo ripropone una tipologia molto diffusa tra le alzate dei coperchi di sarcofagi della fine del III secolo e della prima metà del IV secolo. (G. Koch, H. Sichtermann, Römische Sarkophage, Munchen 1982, p. 196, n. 13).

Cronologia

non giudicabile

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne lungo il margine superiore. Restaurato nel 2010.

PRI 0341 altezza:12 larghezza:31 spessore:6

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Tabula
Tavoletta quadrangolare in cui inserire l'iscrizione incisa o dipinta. Ansata: con ornamenti laterali a coda di rondine. Anepigrafe: senza incisione.
Thiasos
Il tiaso (in greco θίασος, thíasos), era un'associazione di carattere prevalentemente religioso che nell'Antica Grecia celebrava il culto di un dio, specialmente quello di Dioniso, con processioni, canti e danze generalmente sfrenate.

P.D.S. / B.M.