Fig.1: PRI 0365, Frammento angolare di cassa di sarcofago

Descrizione

Il frammento è probabilmente relativo alla fronte di un sarcofago.
Sul lato frontale si vede una figura maschile, acefala e priva degli arti, che sembra gravitare sulla gamba destra, mentre la sinistra è flessa; il torso ha una muscolatura possente e ben evidenziata, leggermente rivolto verso destra. Il braccio destro sembra fare un movimento di torsione rispetto al corpo.
I muscoli, come si nota nell'area dei fianchi, sono trattati in maniera analitica; il rilievo è fortemente aggettante.
Sul fianco rimangono gli arti del lato sinistro di un secondo personaggio. L'arto inferiore ha l'aspetto di una zampa di capride, elemento che lo caratterizza come FaunoAntichissima divinità italica venerata come protettrice delle greggi e raffigurata con orecchie a punta, corna e piedi caprini..
E' difficile comunque ricostruire il tema iconografico generale del rilievo.

Cronologia

fine II - inizi del III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne il margine angolare. Restaurato nel 2010.

PRI 0365 altezza:26 larghezza:31 spessore:16

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Fauno
Antichissima divinità italica venerata come protettrice delle greggi e raffigurata con orecchie a punta, corna e piedi caprini.

P.D.S. / B.M.