Fig.1: PRI 0400, Frammento di cassa di sarcofago a scena continua

Descrizione

Parte inferiore sinistra di una cassa di sarcofago a pianta rettangolare: il fianco ed il retro sono solo sbozzati.
Sulla fronte doveva svolgersi una scena continua di cui rimangono brevi porzioni, limitatamente alla parte inferiore di alcune figure.
Da sinistra, legata ad un albero e con i piedi poggiati su due gradini, una figura maschile nuda; davanti un'ara rotonda decorata da un festone, su cui arde un fuoco che lambisce la figura. Ancora oltre, due figure femminili, quella più a sinistra rivolta verso l'ara, l'altra in posizione divergente, entrambe con lunghe vesti.
L'impostazione della scena, chiaramente riferita al mondo mitologico, suggerisce al primo impatto l'identificazione della figura maschile con MarsiaMitico genio delle sorgenti e dei fiumi. Secondo il mito greco fu un satiro che osò sfidare Apollo in una gara che opponesse il doppio flauto, in cui era maestro, alla lira suonata dal dio. Apollo, vincitore, lo scorticò appendendolo a un albero. Si compì così la maledizione lanciata da Atena contro chi avesse raccolto il doppio flauto, che essa aveva inventato ma poi gettato via inorridita al vedere riflesse nell’acqua le guance gonfiate per suonare lo strumento.; tuttavia si tratterebbe di uno schema insolito della rappresentazione che non trova confronti diretti dal momento che la figura è generalmente l'ultima a destra e per lo più frontale (cfr. G. Koch, H. Sichtermann, Römische Sarkophage, München 1982, pp. 158-159; F. Baratte, C. Metzger, Musée du Louvre. Catalogue des sarcophages en pierre d'époque romaine et paleochrétienne, Paris 1985, n. 33).
Per quanto si può arguire dai caratteri del pur esiguo frammento, scarsamente illuminante per la mancanza dei volti e di gran parte delle figure, sembra comunque di poter assegnare il frammento di Priscilla alla metà del III secolo.

Cronologia

metà del III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne il margine inferiore e lungo lo spigolo destro. Restaurato nel 2010.

PRI 0400 altezza:36 larghezza:66 profondita:54

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Marsia
Mitico genio delle sorgenti e dei fiumi. Secondo il mito greco fu un satiro che osò sfidare Apollo in una gara che opponesse il doppio flauto, in cui era maestro, alla lira suonata dal dio. Apollo, vincitore, lo scorticò appendendolo a un albero. Si compì così la maledizione lanciata da Atena contro chi avesse raccolto il doppio flauto, che essa aveva inventato ma poi gettato via inorridita al vedere riflesse nell’acqua le guance gonfiate per suonare lo strumento.

C.S. / B.M.