Fig.1: PRI 0405, Frammento di sarcofago a vasca con leone che agguanta una preda

Descrizione

Del sarcofago, che ha forma di lenòsdal greco, tinozza per la pigiatura dell'uva., si conserva solo parte della curva sinistra, decorata a rilievo alquanto basso.
Vi è rappresentato un leone che tiene stretto sotto di sé tra le zampe anteriori un bovide o un cavallo accosciato, che evidentemente tenta di liberarsi dall'assalto del primo, che lo graffia nella parte posteriore con una possente zampata.
Nonostante il rilievo sia poco emergente, sembrano rispettate le forme anatomiche e le proporzioni; sono evidenziati brevi ciuffi di peli sulle zampe anteriori del leone e viene messo in risalto lo zoccolo ungulato dell'animale.
Una impostazione analoga del tema si trova in un sarcofago del Museo Nazionale Romano. Le sculture,I,8,1, Roma 1985, I,10, p. 36 con bibliografia sull'argomento.
Il soggetto e le modalità esecutive indirizzano verso la seconda metà del III secolo.

Cronologia

seconda metà del III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne lungo il margine inferiore. Restaurato nel 2010.

PRI 0405 altezza:40 larghezza:36 profondita:30

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Lenòs
dal greco, tinozza per la pigiatura dell'uva.

C.S. / B.M.