Fig.1: PRI 0437, Frammento di fronte di sarcofago con scena di caccia

Descrizione

Il reperto, presumibilmente pertinente alla fronte di un sarcofago, è incorniciato in alto da un breve listello liscio.
Del fregio, che si doveva svolgere su più piani, si conseva una piccola figura di erote rappresentato con il corpo di prospetto ed il volto forse di profilo verso destra, ma completamente illegibile a causa di una scheggiatura. E' coperto della sola clamideMantello corto, affibbiato su una spalla o sul petto, che lasciava libero un braccio o entrambe le braccia, usato dagli antichi Greci e dai Romani. che svolazza alle sue spalle ed ha il braccio destro sollevato e portato indietro nell'atto forse di brandire una lancia.
Il frammento appartiene quindi ad un sarcofago con eroti intenti alla caccia (cfr. R. Stuveras, Le putto dans l'art romain, Bruxelles 1969, p. 103 ss.; in generale B. Andreae, Die sarkophage mit Darstellungen aus dem Menschleben. Die römischen Jagdsarkophage, Berlin 1980, p. 17, nota 24).
In particolare la figura avanzante con la lancia in atto di attaccare un animale feroce è un motivo iconografico costantemente utilizzato nelle rappresentazioni di caccia, sia mitologiche, sia generiche.
La resa stilistica, non pienamente leggibile per il cattivo stato di conservazione, risulta comunque di mediocre qualità.

Cronologia

non giudicabile

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne il margine superiore. Restaurato nel 2010.

PRI 0437 altezza:18 larghezza:28 spessore:8,5

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Clamide
Mantello corto, affibbiato su una spalla o sul petto, che lasciava libero un braccio o entrambe le braccia, usato dagli antichi Greci e dai Romani.

C.S. / B.M.