Fig.1: PRI 0444, Frammento di sarcofago a vasca con Amore e PsicheAmore e Psiche sono i protagonisti di una favola mitologica, la cui versione più nota è tratta dal libro Metamorfosi di Apuleio. Il tema centrale del racconto è il destino di due sposi o fidanzati, la felicità dei quali è subordinata all'osservanza di una certa condizione, generalmente un divieto: quando lo infrangono, essi sono separati per sempre. Solo dopo infinite prove i due possono ricongiungersi.

Descrizione

Il reperto è pertinente ad un sarcofago a lenòsdal greco, tinozza per la pigiatura dell'uva. con bordo superiore a listello piatto leggermente aggettante.
Nel frammento si riconoscono le teste accostate di Amore e PsicheAmore e Psiche sono i protagonisti di una favola mitologica, la cui versione più nota è tratta dal libro Metamorfosi di Apuleio. Il tema centrale del racconto è il destino di due sposi o fidanzati, la felicità dei quali è subordinata all'osservanza di una certa condizione, generalmente un divieto: quando lo infrangono, essi sono separati per sempre. Solo dopo infinite prove i due possono ricongiungersi., evidentemente abbracciati e quindi ricollegabili allo schema del gruppo nel cd. "bacio capitolino", sebbene con alcune varianti (cfr. A. Orlandi, Sarcofago di Palazzo Mattei con le tre Grazie ed Eros e Psiche, in AC XXIV, 1972, p. 32 ss.).
Psiche, a sinistra, ha presumibilmente la pettinatura a "melone" che in genere la contraddistingue, ma che in questo caso è interessata da abrasioni; Eros ha lunghi capelli a grossi riccioli profondamente forati dal trapano ed un ciuffo sulla fronte. Accanto, sulla destra, rimangono elementi attribuibili ad una criniera, che rivelano un pesante uso del trapano.
Entrambi i personaggi hanno volti giovanili e paffuti, labbra carnose ed occhi piuttosto allungati, con iride segnata da un forellino.
Si tratta quindi di una lenòsdal greco, tinozza per la pigiatura dell'uva. con protomi leonine che doveva presentare i gruppi di Amore e PsicheAmore e Psiche sono i protagonisti di una favola mitologica, la cui versione più nota è tratta dal libro Metamorfosi di Apuleio. Il tema centrale del racconto è il destino di due sposi o fidanzati, la felicità dei quali è subordinata all'osservanza di una certa condizione, generalmente un divieto: quando lo infrangono, essi sono separati per sempre. Solo dopo infinite prove i due possono ricongiungersi. ripetuti alle due estremità della fronte e, presumibilmente, il defunto al centro, come nell'esemplare di Villa Pamphilj (Antichità di Villa Doria Pamphilj, Roma 1977, n. 258: M. Bonanno).
Se questo motivo è piuttosto frequente sulle casse rettangolari, rari sono gli esempi di lenoi con Amore e PsicheAmore e Psiche sono i protagonisti di una favola mitologica, la cui versione più nota è tratta dal libro Metamorfosi di Apuleio. Il tema centrale del racconto è il destino di due sposi o fidanzati, la felicità dei quali è subordinata all'osservanza di una certa condizione, generalmente un divieto: quando lo infrangono, essi sono separati per sempre. Solo dopo infinite prove i due possono ricongiungersi. (cfr. Orlandi 1972, cit., p. 40, nota 36); il frammento di Priscilla, per il tipo di lavorazione e per la consistenza che hanno ancora i volti, si può datare nella seconda metà del III secolo.

Cronologia

seconda metà del III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne lungo il margine superiore; lacune e abrasioni in alto a sinistra. Restaurato nel 2010.

PRI 0444 altezza:13,5 larghezza:41 spessore:7,5

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Lenòs
dal greco, tinozza per la pigiatura dell'uva.
Amore e Psiche
Amore e Psiche sono i protagonisti di una favola mitologica, la cui versione più nota è tratta dal libro Metamorfosi di Apuleio. Il tema centrale del racconto è il destino di due sposi o fidanzati, la felicità dei quali è subordinata all'osservanza di una certa condizione, generalmente un divieto: quando lo infrangono, essi sono separati per sempre. Solo dopo infinite prove i due possono ricongiungersi.

C.S. / B.M.