Fig.1: PRI 0453, Frammento di alzata di coperchio di sarcofago con maschera acroteriale

Descrizione

Il reperto, di esigue dimensioni, costituiva parte dell'acroterioParola derivante dal greco che genericamente indica qualsiasi parte prominente. Nello specifico indica un elemento decorativo o figurato che corona il vertice o gli angoli di una architettura o di una scultura architettonica. sinistro dell'alzata di un coperchio di sarcofago.
Tale acroterioParola derivante dal greco che genericamente indica qualsiasi parte prominente. Nello specifico indica un elemento decorativo o figurato che corona il vertice o gli angoli di una architettura o di una scultura architettonica. si presenta in forma di maschera, caratterizzata dal naso visibilmente schiacciato, dalla bocca semidischiusa, con labbra carnose, e dalla folta barba, lavorata a brevi ciocche separate da canaletti di trapano e legate tra loro mediante dei ponticelli.
L'esiguità degli elementi superstiti non consente di identificare la maschera che, tuttavia, è riferibile al III secolo, visto il tipo di lavorazione.

Cronologia

III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutila su tutti i lati, tranne il margine sinistro. Restaurato nel 2010.

PRI 0453 altezza:25,5 larghezza:11 spessore:3,8

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Acroterio
Parola derivante dal greco che genericamente indica qualsiasi parte prominente. Nello specifico indica un elemento decorativo o figurato che corona il vertice o gli angoli di una architettura o di una scultura architettonica.

C.S. / B.M.