Fig.1: PRI 0457, Frammento di fronte di sarcofago con genio stagionale

Descrizione

Il reperto conserva l'angolo inferiore destro di una cassa, di cui rimane, a sinistra, parte del campo strigilato e, a destra, una piccola porzione della zona figurata.
Quest'ultima propone le gambe incrociate di una figura giovanile, affiancata da un cagnolino che si solleva sulle zampe posteriori, poggiando le anteriori, al pari della testa ormai quasi del tutto perdute, sul corpo del fanciullo che, in origine, verosimilmente doveva portare sulle spalle una lepre, attributo convenzionale dell'autunno (cfr., ad esempio, A. Giuliano, Museo Nazionale Romano. Le sculture, I, 8, 2, Roma 1985, VII, 7, p. 340).
Il reperto in esame, infine, rientra in quel gruppo di sarcofagi strigilati, con campi laterali figurati e con mandorla o pannello al centro, secondo uno schema decorativo estremamente diffuso nel III e nel IV secolo d.C. (G. Koch, H. Sichtermann, Römische Sarkophage, München 1982, p. 75, fig. 2, 10).

Cronologia

non giudicabile

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo lungo il margine superiore e sinistro. Il frammento è stato restaurato nel 2010.

PRI 0457 altezza:19,2 larghezza:26,5 spessore:3,5

Bibliografia

Inedito.

C.S. / B.M.