Fig.1: PRI 0460, Frammento di alzata di coperchio di sarcofago con maschera acroteriale

Descrizione

Il reperto propone la parte superiore di una maschera acroteriale che, in origine, doveva delimitare la parte destra dell'alzata del coperchio di un sarcofago.
Il volto, sicuramente giovanile, si conserva fino all'attacco del naso, tanto che si riconosce ancora il grande occhio, caratterizzato da una palpebra ben rilevata, dalla pupilla con incisione semicircolare e dall'iride nettamente rimarcata. L'ampia fronte, poi, รจ coronata da una folta capigliatura a sottili ciocche ritorte, percorse in superficie da lunghi solchi e legate l'una all'atra da sottili ponticelli, secondo una tecnica scultorea ampiamente attestata nel corso del III secolo d. C.: cfr. B. M. Felletti Mai, Considerazioni sull'arte del periodo tra Gallieno e la Tetrarchia, in Rivista di Archeologia Cristiana 52, 1976, p. 236.

Cronologia

III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati, tranne il margine destro. Restaurato nel 2010.

PRI 0460 altezza:30 larghezza:24 spessore:4,2

Bibliografia

Inedito.

C.S. / B.M.