Fig.1: PRI 0601, Frammento di fronte di sarcofago con eroti stagionali

Descrizione

Il reperto è identificabile con il pannello laterale sinistro di una fronte di sarcofago.
Rimane la figura acefala di un erote stagionale, priva delle gambe e delle braccia. Nel rilievo superstite infatti si riconosce facilmente un erote che inncrocia una gamba sull'altra verso l'esterno, con il capo retrospiciente, nell'atto di sollevare con la mano sinistra una lepre minacciata da un cane, mentre con l'altra stringe un lembo della corta clamideMantello corto, affibbiato su una spalla o sul petto, che lasciava libero un braccio o entrambe le braccia, usato dagli antichi Greci e dai Romani. carica di frutti.
Per un confronto molto puntuale e la diffusione del motivo nel III secolo cfr. Museo Nazionale Romano. Le sculture, I,8,2, pp. 340-342.
E' probabile che il reperto sia pertinente alla fronte frammentaria di sarcofago PRI 0271.

Cronologia

III secolo

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutilo su tutti i lati. Il frammento è stato restaurato nel 2010 durante il quale si sono evidenziate tracce di policromia.

PRI 0601 altezza:20 larghezza:12 spessore:8

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Clamide
Mantello corto, affibbiato su una spalla o sul petto, che lasciava libero un braccio o entrambe le braccia, usato dagli antichi Greci e dai Romani.

A.M.R. / B.M.