Fig.1: PRI 0605a-b, Frammenti di fronte di sarcofago
Fig.2: PRI 0605a-b, Frammenti di fronte di sarcofago

Descrizione

I rilievi sono riconducibili ad una fronte di sarcofago.
Il frammento PRI 0605a mostra due gambe virili, la destra tesa e la sinistra leggermente flessa e scartata di lato, pertinenti ad un personaggio vestito di tunica corta, caratteristica dei pastori o dei lavoranti i campi. A tali ambientazioni e tematiche si può ricondurre il rilievo, che denota una resa naturalistica e rispettosa dell'anatomia nelle gambe del personaggio con l'evidenziazione dei muscoli. Anche il panneggio aderisce alle gambe, assecondandone i movimenti.
Il frammento PRI 0605b mostra una figura femminile stante e in posizione frontale, vestita di tunica e pallaCapo d’abbigliamento utilizzato dalle donne romane consistente in una sorta di mantello che si indossava uscendo di casa; un lembo di questo veniva portato anche sul capo. Corrispondeva al medesimo indumento indossato dagli uomini, chiamato pallium. portata sulla testa (mancante) come indica il lembo ricadente sull'orecchio e suo seno sinistro. Il braccio corrispondente sollevato in alto consente di identificare una figura di oranteMotivo iconografico riferito alla rappresentazione di un personaggio, maschile o femminile, con le braccia sollevate lateralmente e i palmi aperti rivolti verso l'esterno. Il motivo è frequente nell’arte tardoantica e paleocristiana e indica un generico atteggiamento di preghiera e di lode..
Nei rilievi in esame mancano indizi significativi per una proposta cronologica.

Cronologia

non giudicabile

Manifattura

romana

Provenienza

Roma, dall'area delle catacombe di Priscilla

Rinvenimento

Scavi del 1890-1906

Materiale

marmo

Stato di Conservazione

Mutili su tutti i lati. Restaurati nel 2010. Il frammento PRI 0605b era precedentemente indicato con il n. inv. pri0612.

PRI 0605a altezza:18 larghezza:17 spessore:6

PRI 0605b altezza:15 larghezza:14 spessore:7

Bibliografia

Inedito.

Glossario

Palla
Capo d’abbigliamento utilizzato dalle donne romane consistente in una sorta di mantello che si indossava uscendo di casa; un lembo di questo veniva portato anche sul capo. Corrispondeva al medesimo indumento indossato dagli uomini, chiamato pallium.
Orante
Motivo iconografico riferito alla rappresentazione di un personaggio, maschile o femminile, con le braccia sollevate lateralmente e i palmi aperti rivolti verso l'esterno. Il motivo è frequente nell’arte tardoantica e paleocristiana e indica un generico atteggiamento di preghiera e di lode.

A.M.R. / B.M.